Incubo Pontina: la nuova autostrada per ora non si fa

Sono passati quasi 20 anni da quella serata in cui Silvio Berlusconi presentò il programma delle opere pubbliche inserite nella Legge Obiettivo. Lo fece nel “salotto” di Bruno Vespa pochi mesi dopo il suo insediamento nel 2001. “Porta a Porta“, fortunato programma di Rai1, si era da poco guadagnato il soprannome di “Terza Camera”.
Di quelle opere poche hanno visto la luce. Tra queste non c’è il cosiddetto “Corridoio tirrenico“, un’autostrada costiera che avrebbe dovuto collegare la Liguria all’Agro Pontino attraverso un tracciato alternativo all’Autostrada del Sole. Nell’ambito di quel progetto erano previsti l’ammodernamento della Statale Aurelia da Civitavecchia a Livorno e la costruzione dell’Autostrada Roma-Latina. Sull’Aurelia, mai veramente ammodernata, è morto recentemente uno dei ministri di quel governo Berlusconi: Altero Matteoli ha perso la vita in un grave incidente stradale nei pressi di Capalbio nel dicembre del 2017. Da anni denunciava la pericolosità di quel tratto di strada.

LUNGHE CODE E TANTI INCIDENTI

E gli incidenti si ripetono con grande frequenza nelle ultime settimane anche sulla Statale 148 Pontina. Collega Roma Eur a Terracina attraversando Pomezia, Aprilia e Latina. E’ uno degli incubi dei pendolari romani, così come la Milano Meda lo è per i brianzoli, la FI-PI-LI per i toscani, l’Asse Mediano per gli abitanti della periferia Nord di Napoli.
Si sono riuniti in un gruppo Facebook che si chiama I pendolari della Pontina e postano notizie in tempo reale su code e incidenti. In realtà negli ultimi giorni ha fatto scalpore anche il video di un automobilista che ha ripreso un ragazzino che lanciava sassi sulla carreggiata.

LA GARA DEL 2011 ANNULLATA DAL CONSIGLIO DI STATO

Il tratto tra il Grande Raccordo Anulare e Pomezia è uno dei più trafficati d’Italia: si viaggia perennemente incolonnati di mattina in ingresso nella Capitale e in uscita nel pomeriggio; e questo al netto dei tanti incidenti che si verificano su quel tratto. Inoltre a causa delle precarie condizioni e della pericolosità su gran parte della Pontina, recentemente tornata di competenza di Anas, il limite di velocità è di 60 km/h.
Il progetto di costruzione dell’Autostrada Roma-Latina, per complessivi 68 km, era stato sponsorizzato da più parti. Nel 2011 si era svolta la gara d’appalto che poi era stata annullata anni dopo dal Consiglio di Stato in seguito ad una battaglia legale, ancora non terminata, tra gli spagnoli di Sis e gli italiani di Salini-Impregilo.

LA MAZZATA FINALE DI TONINELLI

Nell’estate scorsa il Ministero delle Infrastrutture, allora guidato dal grillino Danilo Toninelli, aveva escluso l’opera dai 77 progetti per i quali era stato previsto un commissario straordinario nell’ottica di sbloccare i cantieri; stessa sorte per la Bretella Cisterna-Valmontone che avrebbe dovuto avvicinare l’Agro Pontino all’A1 attraverso una strada a scorrimento veloce.
Nel corso di quest’anno era stato istituito un tavolo tecnico Regione-Ministero per discutere del futuro dell’autostrada, ma senza risultati. L’arrivo al Ministero di Paola De Micheli, esponente del PD come il Governatore del Lazio e segretario Nicola Zingaretti, potrebbe aprire nuovi scenari. Se l’augurano fortemente i pendolari più giovani che sperano di vedere l’opera completata in tempi relativamente brevi. Ma per ora la Roma-Latina non si farà.

Contatti

  • Agenzia Radio Traffic SpA
    Via Montalbino 3/5
    20159 Milano (MI)

  • +39026420986
  • +390266117577
  • redazione_mi@radiotraffic.it

Agenzia Radio Traffic SpA – Sede legale e operativa: Via Montalbino 3/5, 20159 Milano - Capitale sociale 156.000 euro – C.F/P.I. 10682570154 – R.E.A. Milano 1397594 – reg.imp.MI 10682570154 – iscritta al R.O.C al n°11041 – redazione_mi@radiotraffic.it – Tel: +39026420986 – Fax +390266117577
Tutte le fotografie presenti in questo sito sono di Camilla Antoniotti - Web Design by Gdmtech