Un video per celebrare la FI-PI-LI, incubo dei toscani

La Firenze Pisa Livorno celebrata in un video. L’idea è di un gruppo di ragazzi toscani che hanno realizzato una “canzoncina” (la chiamano proprio così) per ironizzare sull’arteria che collega il capoluogo con il mare passando per Empoli. Si chiama Baila in superstrada con me” e ha un vago sapore iberico mischiato con la feroce ironia toscana.
L’impostazione ricorda un po’ Mama Lover delle Serebro, il video russo che fece molto parlare anni fa; c’è anche chi vede un riferimento a Fantozzi seduto sul sedile posteriore di uno Spider guidato dal geometra Calboni che porta in vacanza a Courmayeur la signorina Silvani.

TRE FIORENTINI VERSO IL MARE

Gli autori sono tre ragazzi fiorentini con varie esperienze teatrali. Simone Centineo è anche un regista cinematografico che sta portando un corto per vari festival internazionali, ma nel video canta e guida una vecchia Panda; Simone Gaggioli fa il barista ma anche il cantante nei musical e nel video compare con una ciambella gonfiabile al collo; il terzo della compagnia è Daniele Amato, responsabile commerciale di un’azienda di addolcitori d’acqua con la passione per la scrittura; a quest’ultimo si deve il testo del brano. “Da qualche anno mi diverto a fare video divertenti che poi posto sulla mia pagina Facebook – spiega Simone Centineo – Volevo ironizzare su qualcosa che rappresentasse un luogo comune sopratutto in Toscana; perché non fare una canzoncina sulla FI-PI-LI, un tratto che percorrono migliaia di persone per andare al mare, caldo, fila, lavori? Da li è partita l’idea del brano, scritto con Daniele Amato, con la musica latina per l’estate con Simone Gaggioli e il tutto mixato ad hoc da Lorenzo Piscopo“.

UNA PANDA AMARANTO SIMBOLO DEGLI ANNI ’80

Così è nata l’idea di un video per celebrare la FI-PI-LI che ha appena compiuto un anno. La Panda che trasporta i tre verso il mare attraverso varie peripezie è del regista Luca Paolieri. “Volevamo un’auto iconica dei migliori anni – spiega Centineo – quando si partiva senza aria condizionata, senza Facebook, senza pensieri, pieni di bagagli, insomma un’immagine molto felliniana“.
Il finale però è poco confortante: un botto tremendo che ricorda anche la pericolosità della superstrada. “Sì, la chiusura è un inno allo stare attenti e a guidare sempre con prudenza. Su quel tratto ci sono stati incidenti molto gravi“, spiega ancora Simone.
Il brano è anche su Itunes. Insomma, forse non raggiungerà né le visualizzazioni di Despacito (6 miliardi e 300 milioni ! ) né quelle di Guzzanti che canta del Raccordo anulare nei panni di Antonello Venditti, però a livello locale (e non solo) con le sue 31.000 visualizzazioni ha fatto tendenza. Tanto che i tre ragazzi hanno realizzato anche Natale in Tramvia, in stile più eurodance, dove si ironizza sulla costruzione della contestata linea tramviaria di Firenze.
Non è l’unico caso in cui una strada diventa oggetto di un video ironico. Addirittura in Campania il celebre Asse Mediano, arteria che collega i grandi comuni dell’Area Nord di Napoli, ha dato il nome ad una band etnofolk.
Tra l’altro proprio in questi giorni estivi la FI-PI-LI fa registrare code continue a causa di un cantiere nei pressi di Ginestra Fiorentina. (Guarda il visualscope)

Contatti

  • Agenzia Radio Traffic SpA
    V.le Sarca 336
    20126 Milano (MI)

  • +39026420986
  • +390266117577
  • redazione_mi@radiotraffic.it

Agenzia Radio Traffic SpA – Sede legale e operativa: V.le Sarca 336, 20126 Milano - Capitale sociale 156.000 euro – C.F/P.I. 10682570154 – R.E.A. Milano 1397594 – reg.imp.MI 10682570154 – iscritta al R.O.C al n°11041 – redazione_mi@radiotraffic.it – Tel: +39026420986 – Fax +390266117577
Tutte le fotografie presenti in questo sito sono di Camilla Antoniotti - Web Design by Gdmtech