Milano: Area B presidiata da 63 telecamere

Inizia un anno decisivo per il progetto di grande ztl del Comune di Milano. Nel 2020 verrà completata l’attivazione di tutte le telecamere di rilevazione degli accessi ai 187 varchi sistemati lungo il perimetro dell’Area B.
La grande ztl, vietata ai veicoli più inquinanti nei giorni feriali dalle ore 7:30 alle ore 19:30, compie un anno il prossimo 25 febbraio. A ottobre 2019 era stato vietato l’ingresso anche ai veicoli diesel Euro4. Le telecamere attive erano solo 15, ma il 7 gennaio se ne aggiungono ben 10. Poi a fine marzo altre 63 che renderanno quasi impossibile entrare in Area B senza essere multati.

Le nuove dieci telecamere sono collocate in via Corelli, Camillo e Otto Cima, Rubattino, Caduti di Marcinelle, Monneret de Villard, Carnia, Palmanova e Palmanova altezza ponte della ferrovia, Cambini, Clitumno. Dal 6 febbraio saranno autorizzate a scovare gli inadempienti che saranno sanzionati con pesanti multe. Le altre inizieranno a funzionare già alla metà di gennaio.

ACCESSI IN CALO, MA INQUINAMENTO ANCORA ELEVATO

Nel corso del primo anno di Area B gli accessi di veicoli in città sono diminuiti del 10-15%, un dato incoraggiante in una città storicamente tormentata dal problema smog. Tuttavia, proprio a pochi giorni da questo nuovo step, a Milano e negli altri grandi comuni della Lombardia si è dovuto procedere al blocco dei veicoli inquinanti e ad altri provvedimenti in seguito al ripetuto sforamento dei valori di polveri sottili nell’aria. A contribuire sono stati i botti di Capodanno e le sfavorevoli condizioni meteo.

A OTTOBRE STOP AI BENZINA EURO 1, TRA DUE ANNI IL MEGABLOCCO

La strada per una Milano più salubre è lunga, ma il percorso sembra bene avviato. Dal 1° ottobre 2020 l’Area B sarà vietata anche ai veicoli a benzina Euro1. Non sono previsti nuovi divieti fino alla grande svolta del 2022 quando oltre ai veicoli Euro 2 benzina, Milano sarà off limites per i diesel Euro 5, quindi per auto immatricolate fino al 2014. Il provvedimento dovrebbe avere un impatto massiccio sul traffico e sulle emissioni. (Tutte le informazioni sull’Area B presidiata da 63 telecamere)

MOBILITA’ SEMPRE PIU’ ECOFRIENDLY, MA LA SCANDINAVIA E’ LONTANA

Il Comune di Milano, che ha già investito 32 milioni nel finanziamento di iniziative a sostegno dell’ecocompatibilità, lavora con ATM e AMSA.  L’obiettivo è la progressiva sostituzione dei mezzi inquinanti adibiti al trasporto di persone e alla raccolta di rifiuti.
Ai divieti si aggiungono le opportunità: in città prolifera il car-sharing, anche se due tra le più note aziende si sono recentemente unite in una sola App, e viene privilegiato sempre più l’elettrico. Dal 1° gennaio è stato regolamentato l’uso dei monopattini elettrici che il Codice della Strada ora equipara ai velocipedi. E nel 2021 aprirà la Linea 4 della metropolitana che – primo caso in Italia – collegherà l’aeroporto alla città.
Milano non è Oslo e neanche l’Olanda dove si va verso centri cittadini chiusi ai veicoli a combustione entro pochi mesi, ma è di certo la Capitale italiana della mobilità ecocompatibile (anche per i palesi ritardi delle potenziali concorrenti).

Contatti

  • Agenzia Radio Traffic SpA
    Via Montalbino 3/5
    20159 Milano (MI)

  • +39026420986
  • +390266117577
  • redazione_mi@radiotraffic.it

Agenzia Radio Traffic SpA – Sede legale e operativa: Via Montalbino 3/5, 20159 Milano - Capitale sociale 156.000 euro – C.F/P.I. 10682570154 – R.E.A. Milano 1397594 – reg.imp.MI 10682570154 – iscritta al R.O.C al n°11041 – redazione_mi@radiotraffic.it – Tel: +39026420986 – Fax +390266117577
Tutte le fotografie presenti in questo sito sono di Camilla Antoniotti - Web Design by Gdmtech