Sicurezza: dal 2022 nuove norme per ridurre vittime su strada

Ridurre ulteriormente il numero di incidenti stradali provocati da errori umani. E’ questo l’obiettivo delle nuove norme approvate dal Parlamento europeo in tema di sicurezza stradale. L’Europa è già all’avanguardia da questo punto di vista: negli ultimi anni la media delle vittime per milione di abitanti è scesa sotto la soglia delle 50 mentre a livello globale si aggira intorno alle 175. In pratica nel resto del mondo si muore per incidenti stradali tra le 3 e le 4 volte in più rispetto alle strade europee.
Il dato si è dimezzato dall’entrata in vigore del Trattato di Maastricht nel 1993. Ma nel 2018, secondo i dati preliminari pubblicati dalla Commissione europea, circa 25.000 persone sono morte sulle strade dell’Unione Europea e 135.000 sono rimaste gravemente ferite.

LA TECNOLOGIA IN SOCCORSO DEGLI AUTOMOBILISTI

Le nuove norme renderanno obbligatori diversi sistemi di sicurezza avanzati in tutti i veicoli di nuova immatricolazione a partire dal maggio 2022 per i nuovi modelli e da maggio 2024 per i modelli già esistenti. Sono 30 le tecnologie salva-vita che verranno introdotte nei veicoli di nuova generazione. Si va dal sistema di adattamento intelligente della velocità, che avrà anche la conseguenza di ridurre il numero di multe per violazioni varie, ai sistemi di frenata automatica di emergenza e di avviso di deviazione dalla corsia di marcia.

ENTRO IL 2028 CAMION E BUS PIU’ SICURI

Il 95% degli incidenti stradali dipende da errori umani. L’obiettivo delle nuove norme è quello di ridurli fornendo al guidatore una serie di aiuti tecnologici. Gli step successivi, tra il 2025 e il 2028, riguardano soprattutto i mezzi pesanti, autobus e camion. Per questi veicoli sono previste norme in grado di aumentare la visione diretta dell’autista allo scopo di evitare incidenti con pedoni e ciclisti. Ridurre ulteriormente il numero di incidenti stradali provocati da errori umani è possibile. (Tutte le norme della legislazione attuale)

IN ITALIA ANCORA TROPPE VITTIME

In Italia il nuovo Codice della Strada in via di approvazione prevede sanzioni più pesanti per chi utilizzare lo smartphone alla guida, una delle cause di molti sinistri. Sulle strade italiane il numero di incidenti mortali ha fatto registrare un confortante -20% nell’ultimo decennio. Tuttavia la media per milione di abitanti resta superiore a quella dell’Europa (55 vittime contro le 49 dell’UE). Su questo dato incidono la morfologia del territorio nazionale e il numero di mezzi pesanti in transito su alcuni tratti autostradali.
Nel 2018 nel solo Nordest – secondo i dati forniti da Autovie Venete – il numero di camion sul tratto Venezia Trieste dell’A4, sull’A23 Palmanova Udine Tarvisio e sull’A28 Portogruaro Conegliano è cresciuto del 3% superando la soglia dei 13 milioni di mezzi.

Contatti

  • Agenzia Radio Traffic SpA
    V.le Sarca 336
    20126 Milano (MI)

  • +39026420986
  • +390266117577
  • redazione_mi@radiotraffic.it

Agenzia Radio Traffic SpA – Sede legale e operativa: V.le Sarca 336, 20126 Milano - Capitale sociale 156.000 euro – C.F/P.I. 10682570154 – R.E.A. Milano 1397594 – reg.imp.MI 10682570154 – iscritta al R.O.C al n°11041 – redazione_mi@radiotraffic.it – Tel: +39026420986 – Fax +390266117577
Tutte le fotografie presenti in questo sito sono di Camilla Antoniotti - Web Design by Gdmtech