Norvegia: auto e navi elettriche nel Paese che vive sul petrolio

E’ storico il dato registrato in Norvegia nei primi mesi dell’anno: il numero di auto elettriche vendute a marzo 2019 ha superato quello delle auto a combustione interna. Ormai quasi il 60% dei veicoli immatricolati nel Paese scandinavo è elettrico. In un anno il dato è addirittura raddoppiato: auto e navi elettriche (sì, anche le navi!) sono destinate ad un ulteriore incremento nel prossimo decennio.
La Norvegia ha solo 5 milioni di abitanti, la metà del New Jersey, ma è il principale mercato estero della nota casa automobilistica Tesla. Il motivo è da ricercare in una storica coscienza ambientale ma anche nelle politiche del Governo che da anni ha stabilito incentivi per l’acquisto delle auto elettriche anche attraverso riduzioni IVA. La Norvegia ha deciso di dire addio alla vendita di auto diesel e benzina a partire dal 2025. La città di Oslo ha già bandito da quest’anno la circolazione dei veicoli a combustione interna nel centro storico. E i norvegesi si stanno già preparando alla grande svolta approfittando dei vari eco-bonus sia sull’acquisto che sui servizi. Chi utilizza infatti un veicolo elettrico paga in misura ridotta i parcheggi, i pedaggi autostradali e i biglietti per l’imbarco sui traghetti.

 

IL NORD EUROPA AVANTI DI MEZZO SECOLO

Negli ultimi 5 anni la Norvegia è il Paese capofila di una svolta ecologica che parte della Scandinavia, non a caso presa a modello da tutti e giudicata avanti di decenni anche rispetto al resto dell’Europa. Già nel 2014 un quinto dei veicoli elettrici venduti nell’Unione Europea era stato immatricolato nel Paese dei Fiordi. Staccati anche gli altri virtuosi Paesi del Nord Europa, dall’Olanda alla Danimarca passando per la Svezia che pure fanno registrare da anni dati in crescita sul fronte della vendita dei veicoli ecologici.

 

VEICOLI ELETTRICI IN UNA ECONOMIA BASATA SUL PETROLIO

Il paradosso è che la Norvegia è uno dei maggiori produttori di petrolio d’Europa e il terzo esportatore mondiale (davanti ai più noti Kuwait, Iraq e Venezuela), un dato che incide sul Pil per oltre il 25%. Ma il greggio viene soprattutto esportato, mentre l’industria locale e i servizi vengono alimentati da fonti rinnovabili. Anche per questo ricaricare un’auto elettrica è particolarmente vantaggioso in termini economici.
Come si diceva prima, auto e navi elettriche. Sì, perché il passo successivo, neanche troppo lontano nel tempo, è il lancio di una flotta di navi elettriche. I traghetti potrebbero entrare in funzione nel 2022 con l’obiettivo di vietare il transito di navi con motore a combustione nei principali fiordi del Paese a partire dal 2026. Orgoglio nazionale è il nuovo pluripremiato traghetto Future of the Fjords (nella foto a destra) che rivoluzionerà il trasporto su acqua nel Paese scandinavo.

Contatti

  • Agenzia Radio Traffic SpA
    V.le Sarca 336
    20126 Milano (MI)

  • +39026420986
  • +390266117577
  • redazione_mi@radiotraffic.it

Agenzia Radio Traffic SpA – Sede legale e operativa: V.le Sarca 336, 20126 Milano - Capitale sociale 156.000 euro – C.F/P.I. 10682570154 – R.E.A. Milano 1397594 – reg.imp.MI 10682570154 – iscritta al R.O.C al n°11041 – redazione_mi@radiotraffic.it – Tel: +39026420986 – Fax +390266117577
Tutte le fotografie presenti in questo sito sono di Camilla Antoniotti - Web Design by Gdmtech