Trenitalia, disponibili i biglietti per viaggiare a Natale

Trenitalia ha sbloccato le procedure d’acquisto per i treni in partenza dopo il 12 dicembre. Disponibili i biglietti per viaggiare a Natale anche se per ora con pochi collegamenti sulle direttrici Nord-Sud.

L’impossibilità di acquistare online i biglietti di Trenitalia e Italo a partire dalla data di domenica 13 dicembre aveva creato un caso, in realtà una non notizia come spiegato da Radio Traffic, facendo immaginare lock down natalizi. Accade tutti gli anni e puntualmente poco prima della metà di novembre i biglietti vengono poi messi in vendita.
Per ora solo da Trenitalia che ha previsto dal 13 dicembre un numero molto limitato di convogli diretti verso Sud, tutti al prezzo di 103 euro per il viaggio di sola andata. Sono solamente tre le frecce in partenza da Milano e dirette a Napoli, alle 7.10, alle 8.10 e alle 16.10; tre anche quelle che viaggiano in senso contrario con prima partenza da Napoli alle 5.45, poi 12.40 e 16.40.
Italo per il momento non permette di acquistare biglietti di alcun tipo dopo la data del 12 dicembre. Alcuni giorni fa, poco dopo l’istituzione delle prime “zone rosse” al Nord e in Calabria, la compagnia del leprotto aveva ridotto al minimo il servizio dei treni Alta velocità, seguita a ruota dalla stessa Trenitalia.

NATALE CON I TUOI: SI DECIDE IL 27 NOVEMBRE

Ci si chiede cosa accadrà durante le festività, per ora si sa solo che sono disponibili i biglietti per viaggiare a Natale. Varie le ipotesi sul tavolo, tutte per il momento allo studio. Una data che viene ritenuta fondamentale è quella del 27 novembre. Quel giorno verrà fatto il punto sulle prime quattro settimane di restrizioni per contenere l’emergenza sanitaria; è anche la data nella quale alcuni esperti prevedono che Lombardia e Alto Adige possano uscire dalla cosiddetta “zona rossa” per scivolare in quella “arancione” che comunque prevede il divieto di spostamento tra Regioni.
Ma le tendenze di fine novembre permetterebbero di guardare al Natale con maggiori certezze. Una uniformità nei numeri del contagio sul territorio nazionale renderebbe superfluo il divieto di spostamenti tra vari territori.

DEROGHE MOTIVATE O PERIODO FRANCO?

C’è una ipotesi suggestiva allo studio di Palazzo Chigi: mantenere il divieto di viaggi interregionali con deroga per trascorrere il Natale con i prossimi congiunti (genitori e fratelli). Il provvedimento appare comunque di difficile realizzazione giuridica e pratica anche per la necessità di dover controllare le numerose autocertificazioni fornite dai tanti meridionali residenti nelle Regioni del Nord Italia.
L’altra ipotesi è quella di concedere un periodo franco di tre settimane tra venerdì 18 dicembre e giovedì 7 gennaio per gli spostamenti interregionali, pur con la raccomandazione di limitarli e di non effettuare assembramenti in casa. Salterà quasi certamente il Capodanno in piazza: la decisione di vietare feste in strada il 31 dicembre sarà delegata ai vari sindaci; quello di Bologna, Virginio Merola, ha già fatto sapere che non vi saranno i tradizionali festeggiamenti in piazza Maggiore.

GENNAIO CON NUOVE RESTRIZIONI CAUSA PICCO INFLUENZALE

Quest’ultima ipotesi preluderebbe all’emanazione di un nuovo decreto con misure restrittive fino al 31 gennaio. E’ una data che viene ritenuta decisiva per due motivi: scade lo stato di emergenza prorogato dal Governo (si tratta di un anno esatto) e in via di ulteriore proroga almeno fino alla primavera; inoltre sui tavoli delle Commissioni sta girando un documento che riguarda i picchi di decessi negli over 65 causa polmoniti provocate dai virus stagionali. Negli ultimi 8 anni si sono tutti verificati a gennaio, con un calo consistente già a partire dalla seconda metà di febbraio.
Gli esperti vogliono quindi “scavallare” fino a febbraio, nonostante la corsa ai non sempre facili vaccini influenzali e i limitati contatti degli anziani con altri soggetti potrebbero determinare una minore diffusione dell’influenza stagionale con ripercussioni positive anche sui ricoveri per complicanze.
[DADES]

Contatti

  • Agenzia Radio Traffic SpA
    Via Montalbino 3/5
    20159 Milano (MI)

  • +39026420986
  • +390266117577
  • redazione_mi@radiotraffic.it

Agenzia Radio Traffic SpA – Sede legale e operativa: Via Montalbino 3/5, 20159 Milano - Capitale sociale 156.000 euro – C.F/P.I. 10682570154 – R.E.A. Milano 1397594 – reg.imp.MI 10682570154 – iscritta al R.O.C al n°11041 – redazione_mi@radiotraffic.it – Tel: +39026420986 – Fax +390266117577
Tutte le fotografie presenti in questo sito sono di Camilla Antoniotti - Web Design by Gdmtech